Statistiche

Visite agli articoli
73031

Sistema Solare

Il Sistema Solare ha avuto origine circa 5 miliardi di anni fa quando una nube di polvere ha iniziato a collassare: nella zona centrale si è formato il Sole mentre le particelle delle zone periferiche si sono unite costituendo i pianeti e gli altri corpi celesti. La massa del sistema è concentrata quasi tutta all'interno del Sole (circa il 99%): tutti i pianeti ruotano intorno al proprio asse (moto di rotazione) in senso antiorario (da ovest ad est tranne Venere che si muove in senso inverso) e intorno al Sole (moto di rivoluzione) seguendo orbite che giacciono all'incirca sullo stesso piano. 
Possiamo distinguere i pianeti in due gruppi:

  • interni o terrestri: Mercurio, Venere, Terra e Marte formati da elementi pesanti come il ferro e con pochi satelliti.
  • esterni o gassosi: Giove, Saturno, Urano, Nettuno formati da idrogeno, elio e altri gas e con molti satelliti

Tra questi due gruppi ci sono una serie numerosa di corpi rocciosi, la fascia di asteroidi. 
Plutone non è più considerato un pianeta perchè, pur essendo tra i pianeti esterni, è roccioso e la sua orbita non si trova sul piano delle orbite degli altri pianeti. Tutti i pianeti si muovono intorno al sole seguendo la legge di gravitazione universale di Newton e le leggi di Keplero. Secondo la legge di gravitazione universale i corpi si attirano con una forza che è direttamente proporzionale al prodotto delle masse e inversamente proporzionale al quadrato della loro distanza. Secondo le tre leggi di Keplero, tutti i pianeti hanno orbite ellittiche, sono più veloci quando sono più vicini al Sole (perielio) e più lenti quando sono lontani (afelio) e il tempo che impiegano a percorrere l'orbita è direttamente proporzionale alla loro distanza dal Sole.

{qtube vid:=K4xxvIQDtd8 w:=320 h:=267 b:=1 c1:=402061 c2:=9461ca cl:=qtube}